Bollo auto 2023: tutto quello che devi sapere

Bollo auto 2023: tutto quello che devi sapere

13 gennaio 2023

LA MINI GUIDA PER PAGARE IL BOLLO DELLA TUA AUTO

Progetto Senza Titolo (20)

Con l'inizio del nuovo anno si riprende la routine quotidiana e si cominciano a calcolare anche le spese, le nuove uscite, le tasse da pagare. Tra queste, c'è il bollo auto 2023. Ma come calcolarlo? Quando pagarlo? E come usufruire di sconti, agevolazioni, o addirittura dall'esenzione dal pagamento del bollo?

Come calcolare il bollo auto 2023?

Il bollo auto si calcola e si paga in relazione alla potenza (espressa in kW o CV) e alla classe ambientale del veicolo (Euro 1, 2, 3, ecc...) che puoi trovare sul libretto di circolazione del tuo mezzo, rispettivamente alla voce P.2 e V.9. 

Se, ad esempio, il numero dei kW della tua vettura è 70,30, per il calcolo finale sul prezzo del bollo andrà tenuto conto solo del numero 70, ignorando i decimali (ovvero le cifre dopo la virgola).

Per calcolare il prezzo del bollo auto, basta moltiplicare il prezzo dei kW della classe ambientale della tua auto per i kW della tua auto. Consulta il sito dell'ACI e trova l'importo esatto del tuo bollo con l'apposito calcolatore. Completa le caselle indicando il tipo di pagamento da effettuare (rinnovo, prima immatricolazione, pagamento anticipato ecc...), il numero di targa della tua vettura, la regione di residenza dell'intestatario e il tipo di autoveicolo in tuo possesso. 

Se invece disponi di un'auto con potenza superiore ai 185 kW dovrai pagare il superbollo, ovvero un'imposta maggiorata rispetto al normale bollo auto. Per questo, ed altri casi particolari, puoi affidarti al sito dell'ACI in cui puoi calcolare l'importo esatto da pagare. 

 

bollo

Come si paga il bollo auto?

Il bollo auto si paga una volta all'anno e va versato al massimo entro l'ultimo giorno del mese in cui è stata immatricolata l'auto la prima volta. Puoi pagarlo online su:

  • sito dell'ACI (con SPID o CIE)
  • app IO
  • sito di Poste Italiane e uffici postali 
  • tabaccherie e ricevitorie con circuito PagoPA
  • portale della propria regione (con SPID o CIE)
  • sportelli bancomat e home-banking delle banche abilitate
  • agenzie di pratiche auto autorizzate
  • app Telepass Pay
  • Satispay, EasyPol, Hype ecc...

Chi è esente dal pagamento del bollo auto?

Il bollo è una tassa obbligatoria che va pagata in base ai veicoli posseduti. Esistono però delle eccezioni per non pagare il bollo auto, vediamole tutte.

Persone esenti dal pagamento del bollo:

  • persone disabili gravi; coniuge della persona disabile; parenti o affini entro il secondo grado di parentela della persona disabile; genitori delle persone disabili.
  • proprietari di auto elettriche (esenti dal bollo per i primi 5 anni, scaduti i quali pagheranno il 15% del prezzo del bollo). Piemonte e Lombardia fanno eccezione e agevolano i possessori di auto elettriche eliminando il pagamento del bollo per tutta la vita del mezzo.
  • proprietari di auto d'epoca (immatricolate da più di 30 anni).
  • coloro che pagano il bollo auto con domiciliazione bancaria godono di uno sconto tra il 15 e il 20%.
  • i possessori di mezzi immatricolati tra 20 e 29 anni fa pagano un bollo ridotto del 50%.
  • coloro che godono del favore della legge 104 sono esenti dal bollo in modo permanente, indipendentemente dal tipo di vettura posseduta.

Ricorda comunque di verificare il tuo caso specifico e informati se la Regione in cui vivi offre alcuni vantaggi rispetto ad altre zone. Ad esempio, le auto plug-in hybrid sono esenti dal pagamento del bollo in modo totale o parziale in svariate Regioni italiane. 

Con la Legge di Bilancio 2023 sono arrivate altre novità importanti in materia di bollo, tra le quali:

  • le cartelle esattoriali entro i € 1.000 che che vanno dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2015 decadranno e non sarà più obbligatorio pagare i debiti non estinti.
  • le cartelle che vanno dal 1 gennaio 2016 al 30 giugno 2022 andranno pagate, ma i debitori avranno diritto ad una agevolazione, secondo la quale sarà possibile estinguere il debito con un massimo di 18 rate entro 5 anni (inoltre è previsto un taglio degli interessi) oppure pagare il debito in un’unica soluzione. In ogni caso, il pagamento della prima rata o il pagamento totale del bollo in un'unica volta, avviene il 31 luglio 2023, la seconda rata è il 30 novembre 2023 e le altre 16 rate vanno pagate ogni 3 mesi.

bollo

In quali regioni è gratis il bollo auto?

Valle d'Aosta

I veicoli plug-in hybrid immatricolati  dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2022 sono esenti dal pagamento del bollo per 5 anni. Le auto elettriche sono esenti dal bollo per i primi 5 anni, poi pagheranno solo il 25% dell'importo totale. 

Lombardia

Le plug-in hybrid possono pagare un bollo ridotto del 50% per 5 anni solo se immatricolate dopo il 1 gennaio 2019. Le auto elettriche sono esenti dal pagamento del bollo.

Trentino Alto Adige

Per le plug-in hybrid le regole variano a seconda delle province. Le auto elettriche sono esenti dal bollo per i primi 5 anni, poi pagano solo il 25% dell'importo totale. 

Veneto 

Esenzione dal pagamento del bollo sia per i veicoli elettrici (per i primi 5 anni dall'immatricolazione) sia per quelli plug-in hybrid, per i primi 3 anni dall'immatricolazione.

Friuli Venezia Giulia

Esenzione dal bollo per le auto elettriche per i primi 5 anni dall'immatricolazione, poi è obbligatorio il pagamento del 25% sul totale della spesa.

Piemonte

Le auto plug-in hybrid sono esenti dal bollo per 5 anni ma solo se la prima immatricolazione è avvenuta dopo il 23 novembre 2017 e la potenza è pari o inferiore ai 100 kW. Le vetture elettriche invece sono esenti dal bollo per tutto il periodo di vita del mezzo.

Liguria

Le auto elettriche non pagano il bollo per cinque anni, decorsa la data di prima immatricolazione; nei periodi successivi si paga un importo pari ad un quarto dell'importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina. Anche le ibride plug-in, non pagano il bollo per i primi cinque anni, ma solo se immatricolate dopo il 1 gennaio 2022; terminato questo periodo, bisogna pagare la tassa per intero.

Toscana

Anche in Toscana le auto elettriche non pagano il bollo per 5 anni a partire dalla prima immatricolazione. Al termine di questo periodo, l'importo dell'imposta è pari a un quarto di quanto previsto per i corrispondenti veicoli a benzina.

Marche

Le auto elettriche pagano il 25% dell’importo dovuto, decorsi i primi 5 anni di esenzione dal bollo. Questa esenzione riguarda anche le plug-in, ma solo se immatricolate per la prima volta nel 2021; decorso questo periodo si dovrà corrispondere l’imposta per intero.

Umbria

Le auto elettriche non pagano il bollo per 5 anni, decorsa la data di prima immatricolazione; alla fine di questo periodo va pagata una tassa pari ad un quarto dell'importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina. Nessuna esenzione per le plug-in hybrid.

Lazio

Niente bollo per cinque anni per le vetture elettriche a partire dalla prima data di immatricolazione; decorsi i cinque anni andrà pagato il bollo auto per un quarto dell’importo previsto per i veicoli a benzina corrispondenti. La Regione ha disposto l'esenzione temporanea pari a 3 anni che decorrono dalla data di prima immatricolazione - entro il 31 dicembre 2022 - per gli autoveicoli di nuova immatricolazione con alimentazione plug-in hybrid, elettrica o benzina.

Abruzzo

Le auto con motore elettrico sono esenti dal bollo per 5 anni a decorrere dalla data di prima immatricolazione; poi bisogna corrispondere una tassa pari ad un quarto dell'importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina. Le vetture ibride sono esenti dal bollo per i primi 3 anni, solo se immatricolate nel 2020 e nel 2021.

Emilia Romagna

Niente bollo per le auto elettriche per 5 anni dalla data di prima immatricolazione, poi pagano il bollo scontato del 75%. Le plug-in hybrid immatricolate per la prima volta nel 2021 hanno diritto ad un contributo fino al 2023 pari al costo di 3 anni del bollo, fino al raggiungimento di un importo massimo di € 191 all'anno.

Campania 

Le auto elettriche sono esenti dal pagamento del bollo per 5 anni, decorsa la data di prima immatricolazione, poi, gli anni successivi, pagano un quarto dell'importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina. Le ibride plug-in sono esenti dal bollo per i primi 3 anni.

Calabria, Molise, Sardegna

Esenzione dal bollo per 5 anni per le auto elettriche, che dal sesto anno in poi pagheranno un quarto del bollo versato per i veicoli a benzina.

Basilicata

Esenti dal bollo per i primi 5 anni sia le auto elettriche che le plug-in hybrid. Dal sesto anno in poi devono pagare il bollo per intero.

Puglia

Anche in questa Regione i veicoli elettrici e gli ibridi plug-in non pagano il bollo per 5 anni, poi in seguito pagheranno l'imposta pari a un quarto dell’importo dovuto per i corrispondenti veicoli a benzina.

Sicilia

Tre anni di esenzione dal bollo per le auto con alimentazione ibrida plug-in dopo la prima immatricolazione. Per le vetture elettriche l’agevolazione sale a 5 anni, dopo i quali andrà versato il bollo per il 25% dell’importo dovuto interamente.

 

 

Hai bisogno di assistenza sulla tua auto? Leonori ti aspetta in tutte le sue autofficine romane in Via Aurelia 1050, Via Pontina, 407, Via della Magliana 285, Via Salaria 1296/1300 e Civitavecchia in Via Roma 20/26.

Usufruisci di una vasta gamma di servizi fra cui l’assistenza, manutenzione e riparazione vetture a Roma e Civitavecchia; interventi di carrozzeria, servizio cristalli o gestione sinistri; ricambi e accessori originali per tutti i marchi

leonori assistenza

Prenota un appuntamento in officina

Prenota ora

 

 

Leggi anche:

1. Come leggere i simboli spia della macchina?

2. Come risparmiare carburante attraverso lo stile di guida?

3. Quando cambiare gli pneumatici?

4. Come pulire i sedili dell'auto?

5. Come cambiare le spazzole tergicristallo della tua auto


Condividi

Richiedi informazioni

Invia il tuo messaggio

INFORMATIVA AI SENSI DEL REGOLAMENTO UE N. 2016/679 "GDPR"
I dati personali acquisiti saranno utilizzati esclusivamente per rispondere alla richiesta formulata. Gli Interessati possono esercitare i diritti di cui agli artt. 15 - 23 del GDPR scrivendo all'indirizzo privacy@leonori.it. Informativa completa.

Letta e compresa l’Informativa Privacy, acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte di Leonori spa per finalità di marketing come indicato dall’Informativa Privacy, con modalità elettroniche e/o cartacee, e, in particolare, a mezzo posta ordinaria o email, telefono (es. chiamate automatizzate, SMS, sistemi di messaggistica istantanea), e qualsiasi altro canale informatico (es. siti web, mobile app).