5 cose da fare quando fai un incidente stradale

21 aprile 2023

LA MINI GUIDA PER SAPERE COSA FARE IN CASO DI INCIDENTE

Incidente Auto

Può capitare a tutti di essere coinvolti in un tamponamento o in un incidente su strada. 

Per evitare di farsi male quando si è alla guida della propria vettura, è necessario rispettare i limiti di velocità imposti, mettere sempre la cintura di sicurezza e fare attenzione a mantenere la distanza di sicurezza dagli altri veicoli. 

Nonostante queste accortezze, a volte può capitare che per una piccola distrazione si possa urtare un altro veicolo.

Che cosa fare in questi casi?

Che cosa fare subito dopo aver fatto un incidente stradale?

Come prima cosa, subito dopo aver fatto un incidente, cerca di mantenere la calma e di capire se nell'abitacolo ci sono dei feriti. Poi, prima di uscire dal veicolo, guarda attentamente dove ti trovi ed esci il più cautamente possibile dall'auto. 

Se uno dei veicoli coinvolti non può essere spostato e ingombra la carreggiata, bisogna posizionare il triangolo per segnalare il mezzo agli altri automobilisti. Il triangolo è obbligatorio solo fuori dai centri abitati (su strade extraurbane o autostrade) ma è consigliabile metterlo in tutti i casi in cui si voglia segnalare un rischio presente su strada per chi circola sulla carreggiata.

Secondo il Codice della strada, il triangolo deve essere posizionato ad almeno 50 metri dal veicolo fermo e ad almeno un metro dal bordo esterno della carreggiata, così che sia visibile ad una distanza di almeno 100 metri.

Una volta fatto ciò, cerca di dialogare con l'altra o con le altre persone coinvolte (se si tratta di un incidente più grande), ed inizia a compilare il CID. Se puoi, non spostare il veicolo e magari fai qualche foto per aiutare a ricostruire la dinamica dell'incidente. Se necessario chiama anche le forze dell'ordine e il 118 se ci sono feriti coinvolti. 

Se sono presenti dei testimoni oculari, chiedi loro di aspettare l'arrivo delle forze dell'ordine per rilasciare la testimonianza sull'accaduto. 

Nel caso in cui fossi coinvolto in un incidente lieve in cui la dinamica è chiara ad entrambi gli automobilisti, compila il CID (constatazione amichevole di incidente) assieme all'altra persona, senza coinvolgere le autorità. 

Cosa fare in caso di tamponamento?

Se hai subito un tamponamento durante una sosta al semaforo rosso o magari perché ti sei fermato in prossimità delle strisce pedonali per far attraversare delle persone, è probabile che la persona che ti ha tamponato non stava rispettando la giusta distanza di sicurezza. 

In questo caso, subito dopo aver constatato che nessuno si sia fatto male e che l'evento non abbia coinvolto più di due auto, è necessario compilare il CID in tutte le sue parti. Nei giorni successivi, il conducente del veicolo coinvolto nel tamponamento deve denunciare il fatto alla propria compagnia assicurativa e allegare il documento CAI/CID.

Se il tamponamento ha danneggiato solo la carrozzeria delle auto, sarà l'assicurazione di chi ha provocato il sinistro a risarcire la persona coinvolta nel tamponamento.

Se invece il tamponamento ha provocato anche dei danni fisici al guidatore del veicolo coinvolto, ci si dovrà recare in pronto soccorso per determinare i danni fisici (di norma il colpo di frusta è l'evento più frequente). In base all'esito della visita medica si potrà ottenere, attraverso l'assicurazione, un risarcimento adeguato. 

Che cos'è la revisione auto? Leggi il nostro articolo dedicato per saperne di più.

Come compilare il CID?

Se sei stato coinvolto in un incidente lieve come un tamponamento, puoi compilare il CID/CAI assieme all'altro guidatore coinvolto. La constatazione amichevole è un documento utile per tenere traccia dei dati delle persone coinvolte e ricostruire la dinamica dei fatti (tieni sempre una copia di questo foglio in auto, nel cassetto porta oggetti).

Se non hai una copia del CID con te in auto, scaricala da Internet direttamente dal sito della tua assicurazione o richiedilo alla tua compagnia assicurativa se non te ne ha già fornito uno. Solo in questo modo chi è nel torto potrà risarcire debitamente - attraverso la propria compagnia assicurativa - l'altro automobilista. 

Anche in questo caso è obbligatorio tenere in macchina i documenti relativi al contratto stipulato con l'assicurazione. 

Per compilare il CID hai bisogno di tenere a portata di mano:

1. Il certificato dell'assicurazione di entrambi i veicoli;

2. I libretti delle automobili;

3. Le patenti dei conducenti;

4. Un modulo CID per ogni veicolo coinvolto. 

Il modulo del CID è composto da quattro fogli. In caso di incidente andrà compilato solo il primo foglio con tutti i dati richiesti.

In alto devi inserire la data, il luogo, indicare eventuali feriti, i danni materiali e i testimoni (se ci sono).

Subito sotto trovi due colonne di diverso colore, A e B, al centro delle quali sta una colonna bianca in cui devono essere riportate le informazioni relative all'incidente appena avvenuto, una ricostruzione grafica della dinamica e le firme dei due conducenti. All'interno delle colonne A e B devi indicare i dati anagrafici dei soggetti coinvolti, i veicoli coinvolti nell'incidente e i dati delle rispettive compagnie assicurative. 

Una volta compilato il modulo CID (fai attenzione a quello che dichiari e scrivi, le informazioni sul CID non possono essere ritrattate una volta messe nero su bianco), dovrai consegnarlo alla tua compagnia assicurativa entro 3 giorni dalla data dell’incidente. L’assicurazione provvederà a ricostruire la dinamica del sinistro e in seguito effettuerà il risarcimento dei danni entro 30 giorni dall’avvenuta denuncia. Nel caso in cui sia tu a dover ricevere il risarcimento, sarà l'assicurazione dell'altro automobilista a dover pagare la debita somma.

Cosa fare se scoppia uno pneumatico alla guida? Leggi il nostro articolo dedicato per saperne di più.

Come ottenere il risarcimento per danni materiali?

Una volta constatati i fatti e attribuite le colpe, se sei stato vittima di un sinistro verrai risarcito dalla compagnia assicurativa dell'altro conducente entro 30 giorni dall'incidente. Per calcolare l'importo dovuto al conducente che si trova nel giusto, vengono calcolate le spese necessarie per riparare il veicolo e un indennizzo in caso di eventuali danni fisici riportati dal guidatore. 

Nel caso in cui i danni causati al veicolo siano superiori al costo dello stesso, il titolare verrà risarcito totalmente e gli saranno pagate anche le eventuali spese di demolizione e nuova immatricolazione.

Come ottenere il risarcimento per danni fisici?

Se hai avuto un incidente lieve e non ti sei fatto male non hai bisogno di coinvolgere l'assicurazione per farti risarcire.

Nel caso in cui fossi coinvolto in un incidente più grave e avessi riportato dei danni fisici, sarà il medico legale a valutare il tipo di danno riportato, se permanente o temporaneo, in base alla documentazione sanitaria prodotta e a seguito di una visita medica. In questo caso il danno verrà determinato attraverso delle apposite tabelle su cui è riportata la gravità delle lesioni subite, espressa con dei numeri in percentuale (per intenderci, sono considerati danni lievi quelli che non superano la soglia del 9% di permanente invalidità).

Cosa fare in caso di incidente da soli?

Se hai avuto un incidente (distrazione, tasso alcolemico superiore alla media consentita, manovra rischiosa, presenza di ghiaccio, buche o acqua sulla carreggiata) e non c'è stato il coinvolgimento di altri automobilisti, puoi rivolgerti comunque alla tua compagnia assicurativa per denunciare l'accaduto. A seconda della dinamica, del responsabile e del tipo di polizza sottoscritta, potrai avere eventualmente diritto a un rimborso per risarcire le altre persone che viaggiavano in auto con te oppure potrai essere risarcito in prima persona se sei stato tu o il tuo veicolo ad aver subito danni.

Hai bisogno di assistenza sulla tua auto? Leonori ti aspetta in tutte le sue autofficine romane in Via Aurelia 1050, Via Pontina, 407, Via della Magliana 285 e Civitavecchia in Via Roma 20/26.

Usufruisci di una vasta gamma di servizi fra cui l’assistenza, manutenzione e riparazione vetture a Roma e Civitavecchia; interventi di carrozzeria, servizio cristalli o gestione sinistri; ricambi e accessori originali per tutti i marchi

leonori assistenza

Prenota un appuntamento in officina

Prenota ora

 

Leggi anche:

1. Una guida per scoprire le sigle più utilizzate quando si parla di motori

2. Come leggere i simboli spia della macchina?

3. Come risparmiare carburante attraverso lo stile di guida?

4. Quando cambiare gli pneumatici?

5. Come pulire i sedili dell'auto?

6. Come cambiare le spazzole tergicristallo della tua auto


Condividi

Richiedi informazioni

9c575695e2cee4ad55e3f4b0806f3e08
Loading...